Il Messico delle meraviglie. Oltre la città regna il fascino della natura

 

Sono veramente tante le mete turistiche di grande fascino se si sceglie di trascorrere le proprie meritate vacanze nel Centro-Sud America. Tra tutte queste, il Messico è a dir poco imperdibile in quanto perfettamente in grado di offrire rinomate località di puro relax ma anche ospitalità in luoghi meravigliosamente pieni di cultura secolare ed esempi ancora intatti di storia coloniale

Tra siti archeologici, piazze, spiagge, luoghi di grande approfondimento culturale e suggestivi parchi naturali, il Messico è una delle mete che meglio consentono di godere dell'incommensurabile fascino di enormi città (Città del Messico su tutte, ovviamente) ben affiancate, però, da veri e propri paradisi sub-tropicali.

Perciò, studiosi di culture millenarie e amanti della natura incontaminata di tutto il mondo unitevi: il Messico vi aspetta nei suoi luoghi più remoti e affascinanti. Quali? Facciamo così: prendiamone soltanto tre e scommettiamo che, poco dopo aver letto di queste meraviglie planetarie, vi ritroverete a farvi qualche conto in tasca per poi fiondarvi a prenotare aereo e albergo.

 

 

Il Chiapas: un viaggio nella terra dei Maya

 

Se nella vita non fate altro che leggere libri di storia e documentarvi sui luoghi più selvaggi del globo terrestre per approfondire la conoscenza di ciò che avete visitato o vorreste raggiungere al più presto, una meta messicana per voi obbligatoria è, senza ombra di dubbio, il Chiapas. Regione madre dell'orgoglio aborigeno, quella del Chiapas è una delle mete più incredibili per quanto riguarda la presenza naturale di selve maestose e stupefacenti cascate azzurre.

Località estremamente selvaggia, il Chiapas consente di perdersi letteralmente nello spazio e nel tempo di un Messico remoto e selvaggio, fitto di foltissime foreste e meravigliose montagne. La Selva Lacandona, ad esempio, separa il Messico dal Guatemala attraverso sterminate distese naturali che prendono il nome, per l'appunto, dalla popolazione locale dei Lacandon, discendenti dei Maya.

Proprio i Maya sono i protagonisti assoluti di questa terra. A San Cristobal, in particolare, è sempre presente un misto di cultura indigena e meticcia, spagnola e pre-ispanica. Oltre alla caratteristica bellezza del posto in sé, a San Cristobal è presente anche il più importante mercato dei Maya di Montagna, occasione imperdibile per ammirare da vicino lo splendore assoluto di intere strade piene di indigeni vestiti con abiti tradizionali.

Non è da meno, ovviamente, l'insormontabile e immortale splendore di tutto il patrimonio artistico e architettonico del luogo, prevalentemente di stile barocco in linea con l'originaria provenienza dal periodo coloniale. 

 

 

A cavallo del “serpente piumato”

 

Sempre a proposito di cultura Maya ma, di fatto, esplorando ancora più a fondo la reale sostanza del valore storico e culturale delle sue origini, Chichen Itza (nello Yucatan) è il complesso archeologico che è doveroso visitare almeno una volta nella vita. Dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1988, Chichen Itza si estende su un'area di 3 chilometri quadrati con numerosi edifici rappresentativi di diversi stili architettonici. I più celebri di questi non possono che essere la Piramide di Kukulkan (nota come El Castillo), l'osservatorio astronomico (il Caracol) e il Tempio dei guerrieri

Soprattutto la Piramide di Kukulkan rappresenta, forse, il tempio più importante di gran parte della storia messicana. Innalzata in onore del “dio serpente piumato”, la Piramide di Kukulkan è costruita con un sistema – per così dire – a matrioska. Di recente, infatti, oltre ai primi due principali, è stato individuato un terzo strato interno fino a poco tempo fa ancora sconosciuto. 

 

 

I tesori dello Yucatan

 

Per quanto riguarda lo Yucatan oltre Chichen Itza, invece, scegliere di restarci per una o due settimane può voler dire ammirare tutta una vasta serie di meraviglie del Creato. Tra incredibili spiagge di sabbia bianca e chilometri di rigogliose foreste al fianco di piccole ma coloratissime cittadine, lo Yucatan offre agli occhi e all'animo del viaggiatore più curioso tutto il suo irresistibile fascino naturale

Le rovine Maya di Tulum, ad esempio, sono le uniche ad affacciarsi direttamente sullo splendore maestoso del Mar dei Caraibi, anche se quelle di Ek Balam – restaurate di recente – godono di un fascino non inferiore assieme alle rovine di Calakmul (la più grande città stato dell'impero Maya), situate nell'omonima riserva particolarmente ricca di fauna (tucani, scimmie ragno, pappagalli, felini).

Detto questo, allora, cosa ne pensi? Ovviamente non è tutto qui, ma sta a te esplorare questa meraviglia del mondo per far sapere a noi la tua opinione in merito. Attenzione, però: ci sono alcuni aspetti da non sottovalutare per trascorrere una tranquilla e serena vacanza messicana. 

 

La Farnesina consiglia

 

  • Utilizzare esclusivamente taxi su prenotazione dell’albergo o del ristorante; 
  • Evitare di mettersi alla guida di una vettura se non in casi di reale bisogno;
  • Viaggiare unicamente su autobus di prima categoria; per chi viaggia in auto seguire le autostrade principali;
  • Evitare di circolare a piedi nelle ore notturne e in zone appartate o poco affollate;
  • Mantenere la calma in caso di rapina e di non tentare di fuggire o opporre resistenza;
  • Presentarsi al terminal con almeno tre ore di anticipo rispetto all'orario di partenza per controlli dei bagagli delle persone su voli internazionali. È severamente vietato scattare fotografie nelle aree di controllo migratorio e doganale dell’aeroporto.
  • Dal gennaio 2017 e’ stato attivato il numero unico di emergenza su tutto il territorio nazionale. Il numero da comporre in caso di incidenti, aggressioni o altro tipo di emergenze è il 911.