Assicurazione Viaggio Egitto: le garanzie per visitare la terra dei faraoni in sicurezza

 

Le piramidi di Giza, una tappa immancabile per un viaggio alla scoperta degli antichi egizi con la copertura di un’assicurazione viaggio Egitto.

 

L’Egitto è una delle mete preferite da chiunque desideri trascorrere il proprio periodo di vacanza all’insegna di una cultura storica millenaria mista a un tranquillo soggiorno di puro relax.

Tuttavia per vivere un viaggio sereno e sicuro è molto consigliata un’assicurazione viaggio Egitto, come consiglia anche il sito della Farnesina.

L’Egitto è sicuramente una destinazione favolosa sia per le sue spiagge e le sue acque cristalline, in particolare in località come Sharm El Sheik, Berenice, Hurghada o Ain Soukhna Makadi Bay, sia per il fascino storico e culturale di luoghi e monumenti quali Giza, il Cairo, le sponde del fiume Nilo o la Necropoli di Saqqara.

Tra una visita alla Piramide di Cheope, al Museo egizio del Cairo o alla Valle dei Re nei pressi di Tebe, potrebbero però verificarsi degli imprevisti, degli inconvenienti, dovuti a delle possibili infezioni, oppure a una situazione sociale abbastanza agitata, o ancora all’elevato inquinamento che caratterizza il Paese.

Per far fronte senza troppe difficoltà, soprattutto economiche e logistiche, a queste sfortunate circostanze sono nate le assicurazioni di viaggio.

Per il tuo viaggio in Egitto è consigliabile scegliere una polizza viaggio che comprenda diverse garanzie assistenziali e mediche.

Quali?

Le vediamo di seguito, presentando le principali situazioni di rischio riscontrate in questo Stato e le relative garanzie consigliate, senza dimenticare uno sguardo alla polizza pensata da Amerigo.it.
 

L’assicurazione sanitaria per l’Egitto: quali le garanzie mediche consigliabili per i viaggiatori italiani?

 

La prima riflessione da fare prima di partire per l’Egitto riguarda la sicurezza relativa alla propria salute personale.

Per affrontare un viaggio In Egitto, consapevole di quali rischi potresti correre e di come potresti scongiurarli, poniti queste domande:

  • Qual è lo stato delle strutture sanitarie pubbliche e private? E il loro costo?
  • Quali sono le malattie più diffuse?
  • Quali sono i maggiori veicoli di infezione? Animali, cibi, acqua corrente?

Rispondiamo ora a queste domande.

Per quanto riguarda le strutture sanitarie, quelle egiziane non sono paragonabili a quelle europee e quelle private presentano dei costi eccessivamente elevati

In più, nessun accordo tra l’Egitto e l’Italia permetterà di ricevere un rimborso delle spese mediche dopo il rientro in patria.

Tra le malattie più diffuse invece troviamo l’epatite A, B e C, il tetano e la febbre tifoide.

Mentre altre malattie potrebbero essere trasmesse da cibi infetti o non cotti, animali e acqua dolce. 

Infatti dal 2003 si sono riscontrati casi di A/H1N1, con particolare intensificazione nel corso della stagione invernale 2010. Sebbene la situazione sia migliorata l’OMS continua a segnalare casi di tale influenza tra persone risultate in contatto con pollame infetto e si consiglia pertanto di consumare carne e uova di volatili e pollame solo se ben cotte e di evitare ogni forma di contatto con volatili e pollame.

Inoltre, per evitare di contrarre la bilarziosi, si sconsiglia di fare il bagno in acque dolci come fiumi, canali, laghi etc. E, sebbene le malattie trasmesse da roditori e insetti siano ridotte al minimo per le azioni adottate dalle Autorità locali, nelle zone turistiche si consiglia di munirsi di appositi repellenti per insetti.

In ultimo, risulta elevato il rischio di “diarrea del viaggiatore”, per cui è consigliabile bere solo da bottiglie sigillate ed evitare di aggiungere ghiaccio.

Di fronte a queste malattie quali vaccinazioni sono obbligatorie?

L’unica vaccinazione obbligatoria è quella contro la febbre gialla per chi proviene da zone ad alto rischio. Tuttavia, si consiglia di consultare un medico prima della partenza e considerare le vaccinazioni contro epatite A, B e C, rabbia, tetano, febbre tifoide, morbillo, poliomielite.

E per quanto riguarda le garanzie assicurative per la polizza viaggio?

Considerato quanto indicato sopra, per la tua polizza viaggio sono consigliate coperture assicurative quali il rimpatrio aereo dell’assicurato, il rimborso di spese mediche, il consulto medico telefonico, il trasporto sanitario.

 

Altri rischi per un viaggio in Egitto e le garanzie utili: le tensioni sociali e l’inquinamento

 

Oltre alla sicurezza della propria salute per quanto riguarda malattie e infezioni, bisogna considerare anche altri fattori di rischio come la criminalità, la presenza di tensioni sociali e altre condizioni legate all’azione dell'uomo come l’inquinamento.

Bisogna sapere che in Egitto le tensioni sociali sono forti e considerando le conseguenze degli eventi accaduti nel 2011 e i fatti verificatisi in Iraq nel gennaio 2020 non sono da escludere disordini e atti di matrice terroristica.

Inoltre si sono registrati diversi borseggi, rapine e anche furti d’auto

Mentre, escludendo la criminalità e fatti di natura sociale, si rileva che il manto stradale non è in condizioni adeguate e di recente si è riscontrato un aumento degli incidenti stradali. In aggiunta è sconsigliato prendere autobus di notte (poiché è abitudine degli autisti viaggiare a fari spenti) e organizzare viaggi e stipulare assicurazioni per il noleggio auto solo da operatori autorizzati e da assicurazioni che prevedono una franchigia.

Non solo, in Egitto si registrano livelli di inquinamento anche 100 volte superiori al limite consentito indicato dall’OMS, ciò, in particolare nella stagione autunnale, meno ventosa, può provocare disagi per le persone affette da patologie respiratorie, soprattutto anziani e bambini.

Bene, quindi quali garanzie assistenziali sono consigliate per un soggiorno in Egitto?

Tra le garanzie da considerare ricordiamo il rifacimento dei documenti personali, e il rimborso del valore commerciale degli oggetti presenti in valigia, l’assistenza legale e la possibilità di ricevere i servizi di un interprete, la cauzione penale e anche le spese di necessità in caso di ritardo nella consegna del bagaglio in aeroporto.              

L’assicurazione viaggio per l’Egitto proposta da Amergo.it

 

Le assicurazioni viaggio pensate da Amerigo.it sono acquistabili online e comprendono diverse garanzie autili all’assicurato.

Per un viaggio in Egitto sono disponibili infatti tutte le coperture più importanti per un’assicurazione sanitaria di viaggio. Inoltre, non mancano diverse garanzie assistenziali.

Per la tua polizza viaggio offriamo garanzie sanitarie come: Il trasporto sanitario d'emergenza, il rimpatrio aereo sanitario, la copertura e il rimborso per quanto riguarda trattamenti sanitari e chirurgici, la consulenza medica telefonica.

Per quanto riguarda altre garanzie non di tipo sanitario proponiamo: il rifacimento dei documenti, il rimborso del valore commerciale dei tuoi effetti personali presenti in valigia, una cauzione penale fino a 1.800 euro, e l’assistenza di un legale e un interprete.

Per conoscere tutte le altre garanzie che puoi includere nella tua assicurazione di viaggio consulta la nostra polizza viaggio.                                                                                                                                                                                                   

Altri consigli per il tuo viaggio in Egitto

 

Quali documenti servono per entrare in egitto? In quale periodo andare? Che abbigliamento può servire?                    

Documenti di viaggio per l’Egitto

 

Per l’ingresso nel Paese sono obbligatori:

  • Un passaporto con una validità residua di sei mesi o, limitatamente ai viaggi turistici, di una carta d’identità valida per l’espatrio insieme a due foto formato tessera.
  • un visto di ingresso.                                                                                                                                                                   

 

Quando andare?

 

Per visitare questo Stato del Nord Africa non vi è un periodo migliore, tuttavia per godersi giornate più lunghe e ripararsi dal caldo rovente della stagione più calda si consiglia di organizzare un viaggio in primavera o in autunno (considerando che l’autunno è invece un periodo sconsigliato a causa dell’inquinamento per chi soffrisse di patologie respiratorie).

 

Altre accortezze

 

Nel caso volessi passare delle notti in zone desertiche o montane è consigliabile munirsi di abbigliamento pesante per il forte sbalzo termico notturno.

Per visitare le moschee invece è bene portarsi calzini e un sacchetto per riporre le proprie scarpe.

Inoltre, sia per accedere alle moschee che per ripararsi dai forti raggi solari, sono consigliabili un cappello o  un copricapo e coprire spalle e ginocchia.


Link utili:

 

Sharm El Sheikh, vista della spiaggia e del mare cristallino.