Caraibi, alla scoperta di Aruba

Spiagge di sabbia bianchissima, lambite da un mare caldo e di un azzurro sorprendente, un clima bello ed estivo tutto l’anno, musica dal vivo tutte le sere nei bar e i ristoranti e la calda accoglienza della gente creola, che è nota per essere tra la più festaiola e socievole di tutti i Caraibi, con donne stupende dalla pelle scura e dagli occhi verdi. Non per nulla viene chiamata “One Happy Island”. Di che paese stiamo parlando? Di Aruba ovviamente, una delle perle più preziose di tutti i Caraibi.

Un isola non solo bella ma che propone le più disparate forme di intrattenimento e divertimento. Dai safari fuoristrada con le jeep, alle escursioni a cavallo, passando per le immersioni subacquee e i tanti, tanti sport acquatici che si possono praticare sull'isola: ad Aruba ce n'è davvero per tutti i gusti. E per gli amanti del relax? Non mancano ovviamente calette deserte, distese di spiaggia e uno spettacolare caldo e calmissimo mare cristallino.

Ma se vuoi assicurarti una vacanza da vero sogno, l'unica cosa che devi davvero fare è seguire i consigli di Amerigo! Ecco tutto quello che devi sapere.

 

 

Il periodo migliore per un viaggio ad Aruba

Buone notizie viaggiatori: Aruba è uno di quesi paesi che si possono visitare praticamente tutto l'anno. Il clima qui è infatti tropicale ed è caratterizzato da temperature costanti che mediamente si aggirano intorno ai 30°C e dai venti alisei che mitigano il caldo afoso.

Le precipitazioni scarseggiano e si concentrano con valori minimi nel periodo che va da ottobre ai primi di gennaio con circa 6-7 cm e 10 giorni di pioggia al mese. Gli uragani dei Caraibi non attraversano quasi mai Aruba, se non sotto forma di tempesta tropicale in rarissimi casi, e questo è un gran vantaggio per l’isola che rimane pertanto estranea al rischio delle disastri che arrecano.

L’acqua del mare ha una temperatura di circa 27°C nel mese più freddo di febbraio e di 30°C nel mese più caldo di ottobre, ideale quindi per i bagni in ogni momento dell’anno.

Il periodo migliore per un viaggio ad Aruba è molto ampio e va da febbraio a settembre, quando le temperature diurne si aggirano intorno ai 31°C e le precipitazioni si limitano ad 1-2 cm di pioggia al mese. Tranquilli però un viaggio ad Aruba può essere fatto anche da ottobre a gennaio: le rapide perturbazioni di passaggio infatti non toglieranno nulla alla bellezza dell’isola ed alle temperature piacevoli dell’inverno ai tropici.

 

 

Documenti necessari per l'ingresso ad Aruba

Per sbarcare ad Aruba è necessario essere in possesso di un passaporto con validità residua di almeno sei mesi.
Il visto, invece, non è necessario per i cittadini italiani che intendano soggiornare sull'isola per un periodo inferiore ai 90 giorni (per soggiorni di durata superiore è necessario recarsi all’Immigration Office del Paese per formalizzare la proroga).

NB: Al momento dell’ingresso nel Paese, è necessario però avere con sé anche il biglietto di ritorno. Le Autorità doganali spesso verificano anche se il turista effettivamente dispone di mezzi economici adeguati per permanere sul territorio, chiedendo l’esibizione della prenotazione alberghiera, del voucher di viaggio, ed eventualmente anche di una carta di credito.

Si noti che per il soggiorno ad Aruba viene richiesta una disponibilità di almeno 200 dollari al giorno.

Quanto alle formalità doganali, si pone l'attenzione sul fatto che è severamente vietato introdurre nel Paese carne, frutta e verdura senza un regolare permesso.

 

 

Aruba - Situazione sanitaria e assicurazione viaggio

Le strutture sanitarie sono di buon livello.
Si ricorda comunque che non è prevista alcuna forma di tutela da parte del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), ed e’ esclusa anche la copertura delle prestazioni di pronto soccorso.
Di conseguenza si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

 

Parti con Amerigo alla scoperta di Aruba!
Calcola il tuo preventivo per l'assicurazione viaggio


Quanto alle malattie presenti, sono stati riscontrati casi di “Zika virus”, malattia virale trasmessa dalla zanzara “aedes aegypti”, responsabile anche della “dengue” e della “Chikunguya”.
E’ in corso inoltre nel Paese anche una diffusione del virus “chikungunya”, malattia febbrile acuta a carattere epidemico, trasmessa dalla puntura di zanzare infette.
Si consiglia quindi di adottare le misure di precauzione del caso come l’uso di prodotti repellenti alle punture di insetti e di soggiornare in locali muniti di zanzariere.

Per quanto riguarda le vaccinazioni poi, si consiglia di vaccinarsi contro l'Hepatitis A.

NB: in applicazione del Regolamento Sanitario Internazionale dell’OMS, le Autorita’ di Aruba hanno introdotto, con decorrenza 1^ marzo 2018, l’obbligo della vaccinazione contro la febbre gialla per i visitatori che provengono da 43 Paesi considerati a rischio elevato o endemico. Tutti i passeggeri, anche di Paesi terzi (italiani), che giungono ad Aruba direttamente con voli e navi in arrivo da Paesi considerati ad elevato rischio (i Paesi dell’America Latina con eccezione di Uruguay e Cile, meta’ circa dei Paesi dell’Africa Subsahariana) dovranno portare con se’ in viaggio e mostrare all’arrivo, se richiesti, il proprio libretto giallo, prova dell’avvenuta vaccinazione. In caso contrario potranno vedersi rifiutato l’ingresso sull’isola.


 

 

Aruba - I consigli della Farnesina

Non si segnalano al momento particolari rischi di ordine pubblico. Si continuano tuttavia a registrare fenomeni di furti, borseggi e altri episodi di micro-criminalità.

Si consiglia quindi di rimanere vigili durante il periodo di soggiorno evitando le aree isolate (spiagge comprese) soprattutto nelle ore notturne e non mettendo in mostra gioielli o contanti.

Quanto agli usi e costumi locali, si fa presente che l’uso del topless nelle spiagge, sebbene non illegale, non è tuttavia socialmente accettato. Si raccomanda anche di evitare di indossare unicamente costumi da bagno e shorts nei negozi, nei musei e nei centri abitati.

Rispetto alle condizioni meteorologiche, sebbene Aruba sia collocata al di fuori della “hurricane-belt”, nel corso della stagione dei cicloni (giugno-novembre), si potrebbero verificare forti disagi o situazioni di emergenza. Si raccomanda ai connazionali massima cautela, di evitare le zone ove maggiore potrebbe essere l'esposizione al rischio e di tenersi informati sulla situazione meteorologica, anche attraverso il proprio agente di viaggio e consultando direttamente il sito Internet www.aruba.com, nonché in loco, attraverso gli organi di informazione, attenendosi scrupolosamente, durante la permanenza, ai suggerimenti ed agli avvisi forniti dalle Autorità locali.