Francia: un viaggio inedito ed emozionale tra Costa Azzurra e Provenza

 

Se non hai ancora deciso come e dove trascorrere le tue meritate vacanze estive o se, per rilassarti, non hai voglia di imbarcarti per destinazioni chissà quanto lontane, la Francia è il luogo perfetto per chiunque desideri comunque fuoriuscire dal territorio italiano.

Certo, sono innumerevoli le mete e le opportunità offerte da uno qualunque dei territori transalpini. La Francia, in particolare, è uno di quei paesi che bisogna visitare per forza almeno una volta nella vita. Più che note sono le destinazioni predilette da milioni di visitatori: anche solo Parigi, ad esempio, è una vera propria fortezza che custodisce innumerevoli monumenti, musei e fonti di cultura ad ogni angolo di strada. Se lo si vuole, è semplicissimo imbarcarsi su un aereo, atterrare in un paio d'ore e iniziare la propria raccolta di meraviglie tra Champs-Élysées, Louvre, Notre Dame, Basilica del Sacro Cuore, Montmartre e chi più ne ha più ne metta.

Ma hai mai provato ad orientare il tuo sguardo verso un altrove non proprio sconosciuto ma sicuramente più che degno (eccome!) di una serena, tranquilla ed emozionante vacanza?

 

 

Le meraviglie nascoste della Provenza

 

Ebbene sì: quell'altrove non può essere altro che il sud della Francia, a noi così vicino e così ricco di assoluti gioielli universali tra i quali, più di molti altri, splicca la meravigliosa Provenza.

Situata nel sud-est della Francia ed estesa a partire dalla riva sinistra del Rodano, i suoi riferimenti più noti e ricchi di fascino sono, senza ombra di dubbio, la Costa Azzurra e Marsiglia, entrambe mete di vacanze molto ambite sia da famiglie che da coppie di turisti o comitive di amici. Ma addentrarsi in questi splendidi territori non vuol dire solo passare per i locali patinati di Cannes, i casinò di Montecarlo e le spiagge chic di Saint Tropez. Proprio così: orientarsi nel cuore della Provenza e della Costa Azzurra vuol dire anche avere la possibilità di addentrarsi nel cuore di luoghi a dir poco pittoreschi e ricchi di fascino.

Un esempio iniziale può essere l'isola di Porquerolles, la più grande dell'arcipelago di Hyères nonché il punto dove è possibile per davvero godere si tutto lo splendore assoluto del blu marino più intenso e ammaliante. Qui è possibile passeggiare nell'anima di un vero e proprio paradiso terrestre fatto di stradine e sentieri completamente privi di automobili e decisamente predisposti ad attività di trekking nel pieno respiro della macchia mediterranea.

Se si è in cerca di una vera e propria pace interiore, poi, inevitabile è un passaggio presso l'Abbazia cistercense di Nostra Signora di Sénaque, completamente immersa in un meraviglioso campo di lavanda a pochi chilometri dal villaggio di Gordes (motivo per cui è Luglio il mese ideale in cui recarvisi per ammirare tutto lo splendore dei suoi colori).

 

 

Roussillon: lo spettacolo della natura provenzale

 

Ma una vera e propria perla dell'intera provenza – per quanto poco battuta, ancora scarsamente considerata ma a dir poco imperdibile per gli amanti del fascino più assoluto e incontaminato della natura – è il paesino di Roussillon, situato nel dipartimento di Vancluse, preservato all'interno del Parco Regionale del Luberon e dichiarato parte di una riserva della biosfera dell'Unesco.

Basta guardare anche solo un paio di fotografie per capire come una località come Roussillon sia indiscutibilmente annoverabile tra i più sugestivi, emozionanti e romantici luoghi di tutta la zona relativa a Provenza – Alpi – Costa Azzurra. Lo spettacolo offerto dal prevalente colore ocra rossastro delle sue rocce fa di Roussillon un vero e proprio spettacolo della natura, incentivato anche dalla presenza di alcune splendide cave minerarie da cui, solitamente, si estraggono coloranti naturali.

Quanto a conformazione, Roussillon, è un piccolo villaggio risalente al decimo secolo ma estremamente ricco di attrazioni a dir poco mozzafiato. Una su tutte, ad esempio, è il Sentiero delle Ocre, pieno com'è di falesie dai colori luminosi che mutano aspetto col variare della luce nel corso della giornata. Ad ogni modo, anche solo passeggiare mano nella mano lungo le stradine circondate da piccole e pittoresche casette dal colore perfettamente in tinta con il resto della zona rappresenta un'esperienza a dir poco imperdibile.

 

 

A spasso nel tempo tra vicoli e panorami mozzafiato

 

Tuttavia, spostandosi da Roussillon, è sempre lungo la Costa Azzurra che conviene proseguire il proprio cammino, fino ad arrivare, cioè, ad Èze, il villaggio più piccolo di tutta la zona. Costruito in cima ad un magnifico sperone roccioso, Èze regala all'occhio e allo spirito umano una manciata di meravigliosi vicoli stretti e acciottolati perfettamente in grado di offrire satuarie ma stupende aperture visuali sul bellissimo paesaggio sottostante.

Ma anche percorrere le tre strade panoramiche più belle di tutta Europa, ovvero le Tre Corniches, vuol dire garantirsi un vero e proprio respiro di pura vita tra viadotti che scorrono paralleli sui versanti montuosi regalando una vista mozzafiato sul blu dell'immenso mare della costa. Percorrendo la Corniche inférieur (la più bassa) è possibile attraversare splendidi paesini come Cap Ferrat, Villefranche-sur-Mer e Cap d’Ail, mentre lungo la Moyenne Corniche (scavata nella roccia) e la Grande Corniche si viaggia a picco sul mare e si gode di scorci panoramici tra i più affascinanti al mondo.

 



RICHIEDI PREVENTIVO