Perché è importante l'assicurazione viaggio per Cuba

 

Le strade di L'Avana, tra le infinite meraviglie che puoi goderti con l'assicurazione viaggio per Cuba di Amerigo.it

 

Cuba è una meta perfetta per entrare in contatto con una realtà completamente diversa da quella di provenienza, sia a livello urbano e paesaggistico che dal punto di vista culturale. A Cuba sono veramente tanti i luoghi da non perdere per assaporare tutto il fascino caraibico di questa splendida isola. La parte vecchia della capitale L'Avana, patrimonio dell'UNESCO, conserva tutto il fascino decadente di un passato ancora vivo e vegeto, mentre Malecon regala una splendida passeggiata in riva al mare e Trinidad offre agli occhi del visitatore le sue splendide case basse e colorate. Per gli appassionati di storia, Santiago de Cuba è il luogo adatto dove fare il pieno di conoscenze, essendo stato il luogo dove ebbe inizio la rivoluzione che portò al potere Fidel Castro. E tante sono le prelibatezze da gustare in questa splendida isola caraibica, come gli intramontabili sigari e il mojito, il famoso cocktail a base di rhum e menta. Ma tutto sempre e solo se muniti di una buona assicurazione viaggio per Cuba.

In primo luogo, è importante sapere che l'assicurazione di viaggio per Cuba è obbligatoria e indispensabile per ottenere il visto d'ingresso nel Paese. L'obbligatorietà è in vigore dal 2010 e fa riferimento soprattutto alla copertura assicurativa delle eventuali spese mediche da sostenere sul posto.

Anche se non sono da segnalare particolari pericoli per i turisti, Cuba resta un luogo in cui possono verificarsi espisodi di microcriminalità proprio a danno dei cittadini stranieri. Furto, scippo o aggressioni a mano armata sono tutte eventualità che possono avere luogo soprattutto nella capitale e nelle città più grandi e popolose.

Se ci si mette alla guida di mezzi di trasporto per esplorare il paese, è molto importante sapere che, in caso di incidenti stradali con vittime o anche solo danni a persone, i cittadini stranieri non possono lasciare Cuba per l'intera durata dell'inchiesta e dell'eventuale processo (che può equivalere anche a diversi mesi).

Quanto ai rischi per la propria incolumità fisica legati alle condizioni climatiche, bisogna sapere che una vacanza a cuba nel periodo tra giugno e novembre può essere compromessa da forti disagi o addirittura situazioni di emergenza dovute a danni provocati da forti cicloni. Eventi meteorologici verificatisi in passato (come, ad esempio, gli uragani Maria e Irma) possono verificarsi di nuovo e, di conseguenza, mettere a repentaglio l'attività delle infrastrutture e le possibilità di supporto da parte delle autorità locali o della rete diplomatica.

Situazioni climatiche di questa portata possono anche bloccare le comunicazioni telefoniche e tramite internet, oltre a provocare seri disagi per i trasporti. Perciò è molto importante tenersi sempre aggiornati attraverso il sito web http://www.nhc.noaa.gov/, dove è possibile controllare in via preventiva la situazione meteorologica del luogo in cui si è diretti.

Se si parte per cuba durante la stagione dei cicloni (giugno – novembre), è importante anche:

  • tenersi sempre aggiornati tramite gli organi di informazione;

  • seguire attentamente tutte le eventuali indicazioni fornite dalle autorità cubane;

  • evitare di recarsi in zone dove l'esposizione ai rischi potrebbe essere maggiore;

  • per l'alloggio, scegliere infrastrutture alberghiere di Stato in quanto dotate di generatori di corrente e migliori condizioni di sicurezza in caso di blackout.
     

Quali documenti servono per entrare a Cuba

 

Per l'ingresso a Cuba servono un passaporto con validità residua superiore a sei mesi e il visto d'ingresso (senza il quale si rischia di essere respinti all'imbarco).

Il personale e le autorità di frontiera hanno la facoltà di non consentire l'ingresso a Cuba a chiunque non presenti un passaporto con la validità residua richiesta. Perciò, anche se a Cuba è presente una valida rappresentanza consolare italiana che può affiancare i turisti per ogni evenienza, è comunque consigliabile controllare bene il proprio passaporto prima di partire.

Il visto d'ingresso prevede la possibilità di permanenza nel Paese per un massimo di 30 giorni. È possibile rinnovarlo per altri trenta (per un totale di 60 giorni) pagando una tassa statale alle autorità per l'immigrazione. Il visto ha una validità esclusivamente turistica, quindi non può essere utilizzato per attività diverse dal turismo (ad esempio il giornalismo). In caso di violazione delle disposizioni migratorie imposte dalle autorità cubane, si rischiano sanzioni molto severe che includono detenzione ed espulsione dal paese.

Se si vuole andare a Cuba partendo dagli Stati Uniti (e viceversa, anche se solo in transito), occorre sapere che questa specifica tratta è sottoposta a molte restrizioni, soprattutto per quanto riguarda il turismo. Tutte le informazioni necessarie in merito a questo sono rintracciabili su questo sito web.

Per l'ingresso a Cuba è consentito portare nei propri bagagli effetti personali ed oggetti il cui valore massimo non deve superare i 1.000 dollari.

Per trasporto di effetti personali e oggetti fino a 50,99 dollari c'è l'esenzione dalle imposte, mentre per le importazioni fino a 1.000 dollari è prevista un'imposta progressiva che ammonta a:

  • 200 dollari per trasporto di effetti personali e oggetti di valore da 51 a 250,99 $;

  • 250 dollari se il loro valore va da 251,99 a 500,99 $;

  • 500 dollari se questo è compreso tra i 501 e i 1.000 $.

Se si importano oggetti o effetti personali per un valore superiore ai 1.000 dollari, l'imposta ammonta a 1.575 $.

Sono esenti da imposte medicinali fino a un peso massimo di 10 chili.

L'importazione di rasoi elettrici, macchine fotografiche, radio, registratori e altri oggetti simili è autorizzata in via temporanea con obbligo di riesportazione al termine del soggiorno.

Sono ammessi computer portatili e telefoni cellulari.

Per ogni evenienza, l'Ambasciata italiana a Cuba si trova in Sta Ave. N. 402 esq. 4, Miramar e risponde ai seguenti recapiti:

  • tel: (00537) 2045615 r.a;

  • fax: (00537) 2045659 - 2045661;

  • cellulare di servizio: 005352805417

  • e-mail: ambasciata.avana@esteri.it

  • sito ufficiale: www.amblavana.esteri.it
     

La situazione sanitaria di Cuba

 

L'assistenza medica a Cuba può essere un problema. Sul territorio sono presenti ospedali per cittadini stranieri (prevalentemente nelle maggiori città) ma la qualità del personale a disposizione non è paragonabile a quella europea.

Le strutture ospedaliere, inoltre, sono poco attrezzate e, soprattutto, presentano condizioni igieniche non affidabili. È importantemettere in valigia eventuali medicinali necessari sia per il proprio stato di salute che in caso di infortunio.

In più, le spese per ricevere cure ospedaliere sono particolarmente alte e aumentano ulteriormente a seconda della gravità dei casi. Queste devono essere pagate secondo la valuta corrente del posto (peso cubano) e l'Ambiasciata, secondo la legge non può anticiparle né sostenerle per conto dei cittadini italiani. In caso di mancato pagamento delle spese ospedaliere, le amministrazioni delle strutture sanitarie cubane possono negare il rimpatrio.

Quanto alle malattie presenti a Cuba, è importante sapere che sull'isola si registrano spesso casi di dengue, zika virus e chikungunya. È perciò consigliabile adottare misure di prevenzione da punture di zanzara.

Ma a Cuba, in particolare, è altamente infettiva la congiuntivite emorragica, malattia frequente soprattutto in zone con scarsità di acqua e particolarmente umide. Anche il colera non è da sottovalutare, sia in città che nelle zone rurali.

 

Cosa deve garantire un'assicurazione viaggio per Cuba

 

Stando a tutte queste informazioni – oltre all'obbligatorietà – munirsi di una assicurazione viaggio per Cuba è molto importante per salvaguardare la propria salute e far fronte ad ogni spiacevole inconveniente riguardante la contrazione di malattie o la necessità di ricevere cure mediche in seguito a infortuni.

È fondamentale, allora, che l'assicurazione viaggio per Cuba preveda garanzie in grado di effettuare il pagamento o il rimborso delle eventuali spese mediche. Non solo: visto il basso livello delle strutture sanitarie locali, una buona assicurazione di viaggio per Cuba dovrà includere tra le garanzie anche la possibilità di ricevere assistenza e copertura delle spese per eventuale necessità di trasporto sanitario dell'assicurato in un altro paese dotato di strutture ospedaliere meglio attrezzate e con personale medico più esperto e preparato.

Meglio ancora se, poi, l'assicurazione sanitaria per Cuba include anche la possibilità di rimpatrio sanitario, in modo da poter ricevere cure mediche più importanti o delicate usufruendo del sistena sanitario nazionale italiano.

Inoltre, vista la lunga distanza da percorrere per raggiungere l'isola caraibica (circa 10 ore di volo dall'Italia fino a L'Avana) e considerando la frequente possibilità di dover fare scalo altrove in assenza di voli diretti, sarà importante che l'assicurazione viaggio per Cuba fornisca garanzie anche in caso di smarrimento, furto o mancata riconsegna dei bagagli da parte della compagnia aerea (includendo ulteriori garanzie in merito alla protezione dei dispositivi elettronici).

E per quanto riguarda il rischio di rimanere coinvolti in incidenti stradali se ci si mette alla guida di un veicolo, converrà che l'assicurazione viaggio per Cuba includa tra le garanzie anche la possibilità di ricevere un supporto legale per far fronte ad eventuali problemi dal punto di vista giuridico.

 

Cosa ti offre la polizza viaggio per Cuba di Amerigo

 

Partendo per la tua vacanza a Cuba con l'assicurazione viaggio di Amerigo potrai ottenere il pagamento o il rimborso per eventuali spese mediche rese necessarie per curare malattie o per coprire i costi per servizi di pronto soccorso o interventi ospedalieri in seguito a infortuni durante la permanenza sull'isola.

Le coperture di Amerigo prevedono rimborsi per prestazioni di primo soccorso, odontoiatriche o di fisioterapia, così come per eventuali interventi chirurgici o di ambulatorio.

Grazie all'assicurazione viaggio per Cuba di Amerigo avrai anche a disposizione un efficace servizio di supporto medico telefonico al quale fare riferimento per richiedere, in caso di necessità, l'invio di medicinali non disponibili sull'isola (a massimale illimitato) purché regolarmente commercializzati in Italia e accompagnati da apposita ricetta medica.

Tra le garanzie fornite dalla polizza viaggio di Amerigo ci sono anche i rimborsi per trasporto sanitario dalla struttura in cui si riceve il primo soccorso fino a un'altra meglio attrezzata, con aggiunta di coperture per il rimpatrio snaitario nel caso in cui dovesse rendersi necessario il rientro in Italia per cure più specifiche o delicate.

Amerigo prevede anche ulteriori rimborsi per le spese di rientro anticipato sostenute da parenti o compagni di viaggio, includendo anche coperture per un familiare che voglia recarsi all'estero per assistere il proprio parente durante la degenza ospedaliera.

Sono previste anche coperture in caso di prolungamento forzato del soggiorno in seguito a imprevisti, con sistemazione in albergo e prima colazione inclusa.

Amerigo prende in carico, malauguratamente, anche l'eventuale trasporto di salme dal luogo del decesso fino al luogo di residenza, escludendo dalle copertute le spese funerarie e quelle riguardanti le operazioni di ricerca e recupero corpi.

Tra le altre garanzie importanti per un viaggio a Cuba, la polizza di Amerigo mette a disposizione dell'assicurato anche un servizio di tutela legale sia in sede civile che penale (che anticipa eventuali spese di difesa e cauzione), al quale si affianca anche un servizio di interpretariato per non avere problemi di comunicazione linguistica.

Sono previsti, inoltre, rimborsi in caso di smarrimento e danneggiamento bagagli che considerano anche situazioni di furto, scippo, rapina, incendio e prendono in considerazione oggetti e abiti indossati, così come gioielli, oggeti di valore, apparecchiature elettroniche e smartphone personali.