Tutto quello che devi sapere sull'Assicurazione Viaggio Thailandia

 

Il Tempio di Chiang Mai, una delle meraviglie da non perdersi con l'assicurazione viaggio Thailandia

 

La Thailandia è uno dei Paesi asiatici che meglio unifica le sue bellezze urbanistiche con quelle naturali, rendendosi meta perfetta sia per il divertimento che per l'approfondimento storico e culturale (imperdibile è un passaggio per Bangkok o sulle spiagge bianchissime di Phuket e Khao Lak). Ma partire senza un'assicurazione viaggio Thailandia può essere molto rischioso per tutta una serie di motivi.

Innanzitutto, la lontananza e la diversità sociale e culturale del luogo rispetto a quello di provenienza possono diventare un serio problema nel caso in cui dovessero verificarsi imprevisti legati al proprio stato di salute o alla sicurezza personale.

La Thailandia è un Paese molto accogliente, ma è utile sapere che alcune zone andrebbero evitate perché considerate ad alto rischio (Narathiwat, Pattani, Songkhla e Yala su tutte) e che potrebbe essere pericoloso socializzare con sconosciuti in pub e locali perché potrebbe trattarsi di malintenzionati che hanno come obiettivo furti e rapine (spesso in seguito alla somministrazione di sostanze stupefacenti nei drink).

In Thailandia, infatti, il tasso di criminalità locale è alquanto elevato, motivo per cui il Ministero degli Esteri consiglia di non addentrarsi in zone molto affollate o periferiche e di fare molta attenzione all'uso di carte di credito (si sono verificati molti casi di furto e clonazione).

In più, in Thailandia anche solo il possesso o l'utilizzo di sigarette elettroniche può essere considerato un reato con gravi implicazioni in sede penale o costosissime cauzioni. E può capitare anche di subire infortuni, ad esempio, nel corso di gite in motoscafo per scarsa competenza dei conducenti.

Esiste un numero di telefono, il 1155, al quale risponde la Polizia Turistica (al 191, invece, risponde la squadra mobile della Polizia), ma avere a portata di mano un'assicurazione viaggio Thailandia sarà indispensbaile per avere ulteriore assistenza e rimborsi in caso di necessità.

 

Situazione sanitaria in Thailandia

 

Oltre alla micro-criminalità locale, però, in Thailandia anche la sanità locale può diventare un problema. Anche se il livello delle strutture sanitarie, sia pubbliche che private, è complessivamente buono, con attrezzature all'avanguardia e personale medico altamente competente, può capitare di dover sottostare a lunghi tempi di attesa o ad alti costi da sostenere per ricevere eventuali cure mediche private da pagare obbligatoriamente in anticipo.

In Thailandia le farmacie sono ben fornite di medicinali indispensabili, ma è sempre meglio portare con sé quelli necessari ad ogni evenienza, accompagnati sempre dalla ricetta medica (anche nel caso di lenti a contatto e occhiali) e da documentazioni eventualmente richieste (ansiolitici e benzodiazepine, ad esempio, sono considerati sostanze stupefacenti e necessitano di segnalazione alle Autorità locali).

Quanto alla situazione delle malattie presenti nel paese, c'è da fare molta attenzione. In Thailandia, infatti, si registra un aumento di casi di febbre dengue (soprattutto a Bangkok e nella provincia di Phuket) e Zika Virus, entrambe provocate dalla puntura di zanzare. È da segnalare anche un aumento di casi di febbre chikungunya, malaria ed encefalite giapponese, mentre particolarmente elevata è la diffusione dell'AIDS.

Per evitare rischi riguardanti la propria salute personale, è molto importante:

  • non bere acqua dal rubinetto per evitare di contrarre malattie anche gravi;

  • essere vaccinati contro Epatite A e B, tifo, malaria, febbre gialla e rabbia.

È importante considerare anche che la Thailandia è spesso soggetta a pericolose calamità naturali (tsunami e inondazioni) soprattutto nella stagione delle piogge, motivo per cui è consigliabile scegliere un periodo di vacanza compreso tra novembre e metà febbraio.

 

Cosa deve garantirti l'assicurazione viaggio Thailandia

 

Visti tutti questi rischi per la propria incolumità personale, è indispensabile partire per le vacanze muniti di assicurazione viaggio Thailandia.

Tra le garanzie di una buona copertura assicurativa per una vacanza in Thailandia non devono mai mancare le coperture relative a una buona assicurazione sanitaria. Deve essere garantito, cioè, il rimborso delle spese mediche rese eventualmente necessarie dal sopraggiungere di malattie o infortuni, così come la copertura di possibili interventi chirurgici, prestazioni di primo soccorso o di fisioterapia.

In più, considerando la distanza che separa l'Italia dalla Thailandia (per raggiungere Bangkok ci vogliono almeno 11 ore di volo con possibilità di scali aeroportuali) può capitare di perdere i propri bagagli o di vederseli riconsegnare danneggiati dalla compagnia aerea una volta atterrati nel Paese. Anche da questa spiacevole situazione possono dipendere molti disagi legati, ad esempio, alle spese da sostenere per il rifacimento dei documenti personali, senza contare il fastidio di dover compromettere la tranquillità della vacanza a causa di questioni con compagnie aeree e Autorità locali.

Per questo, un'assicurazione viaggio Thailandia deve anche offrire garanzie riguardanti lo smarrimento e il danneggiamento dei bagagli dell'assicurato.

 

Cosa ti garantisce la polizza Amerigo

 

La polizza viaggio Amerigo ti garantisce coperture in caso di inconvenienti o incidenti attraverso il pagamento o il rimborso di spese mediche sostenute per ricevere tutte le cure del caso. Grazie ad Amerigo potrai avere tutte le garanzie necessarie per cure e terapie mediche, malattie, infortuni, interventi chirurgici, day hospital, interventi di ambulatorio e/o primo soccorso, rimborso delle spese di fisioterapia, odontoiatria e farmacia urgenti e acquisto di medicinali sul posto dietro prescrizione medica obbligatoria.

In caso di ricovero ospedaliero durante la tua vacanza in Thailandia, l'assicurazione sanitaria Amerigo copre un massimo di 100 giorni (dal momento del ricovero sul posto fino alla dimissione o al rimpatrio), contando anche le spese riguardanti i 30 giorni successivi al rientro in patria.

Amerigo garantisce anche assistenza medica telefonica per gestire tutte le operazioni di cura e organizzazione del da farsi in caso di incidenti, oltre che per ricevere consigli o informazioni a distanza.

La polizza viaggio Amerigo può anche garantirti l'invio di medicinali a massimale illimitato (se non reperibili sul posto) e assicurare il trasporto sanitario presso strutture ospedaliere meglio attrezzate rispetto a quelle di primo soccorso o la copertura delle spese per il rientro sanitario in Italia.

Le garanzie della polizza viaggio Amerigo includono anche:

  • rimborso o pagamento delle spese per il rientro anticipato di compagni di viaggio;

  • copertura delle spese per la partenza di un parente intenzionato ad assistere l'assicurato all'estero;

  • copertura delle spese di prolungamento del soggiorno con sistemazione in camere d'albergo (inclusa prima colazione);

  • assistenza legale in sede civile e penale;

  • servizio di interpretariato;

  • rimborsi per smarrimento o danneggiamento bagagli (furto, perdita, scippo, rapina, incendio), inclusi abiti e oggetti indossati, preziosi e apparecchiature elettroniche.