Singapore, viaggiare nel mo(n)do perfetto

È senza dubbio uno dei luoghi più incredibili del mondo. Uno di quelli da visitare almeno una volta nella vita. Stiamo parlando ovviamente di Singapore, il paese dove si può toccare con mano cosa significa sviluppo e progresso.

Questa incredibile città stato, sbocciata come un fiore esotico su un'isola a largo dell'equatore, è una metropoli ultra moderna, con 5 milioni di abitanti, ma per niente caotica.
L'intero paese è ifnatti molto ordinato e ricco di aree verdi. Il merito? Va datto alla politica ecologista e alle severe – anzi severissime – regole adottate (e rispettate da tutti) . Una su tutte? Il divieto di masticare chewing gum. Oppure quello di gettare a terra la cenere delle sigarette, di mangiare per strada o ancora quello di gettare qualsiasi cosa a terra.

Divieti a parte, visitare Singapore vuol dire ammirare nello stesso momento più luoghi del mondo grazie al suo essere super cosmopolita: c'è la China Town, la Little India, l'Araba Street e tanto altro. L'unica nota negativa? Beh, se proprio, proprio dobbiamo trovarne una, c'è il fatto che Singapore è una delle città più care del mondo, ma a parte questo intoppo, che si può superare con qualche accortenza, i motivi per vistarla sono davvero tanti.

Vediamo allora come godersi al meglio un viaggio in questo fantastico paese. A partire da quando andare a Singapore.

 

 

Il periodo migliore per un viaggio a Singapore

Singapore si trova nella fascia equatoriale del pianeta e il suo clima non subisce molte variazioni durante l’arco dell’anno. Le temperature sono alte e le precipitazioni, abbondanti e presenti praticamente in tutti i dodici mesi. Nonostante queste costanti, si possono però notare alcune variazioni nel corso dell'anno, dovute ai due monsoni che caratterizzano il tempo meteorologico sulla città. Da novembre ad aprile soffia infatti con intensità il vento da nord-est che porta con sé umidità e piogge più intense e durevoli specialmente tra novembre e gennaio, mentre il monsone da sud-ovest spira da maggio ad ottobre con meno forza e distribuisce piogge un po’ meno intense e più occasionali.

Le temperature si aggirano tra i 22 ed i 30°C nei mesi di dicembre e gennaio, e tra i 24 ed i 31°C a maggio e giugno. L’umidità dell’aria è sempre molto alta e raramente scende sotto l’80%, pertanto preparatevi ad indossare abiti leggeri per non dovervi pentire di aver scelto Singapore come meta del vostro viaggio.

Ma quando andare allora a Singapore? Non avendo grosse differenze climatiche stagionali, il periodo migliore per un viaggio alla scoperta di questa incredibile isola va da febbraio ad ottobre, evitando così novembre, dicembre e gennaio che sono i mesi più piovosi e con un’umidità più alta.

 

 

Documenti necessari per l'ingresso a Singapore

Per entrare nel paese è necessario essere in possesso di un passaporto, con validità residua di almeno 6 mesi (condizione assolutamente necessaria non solo per l'ingresso a Singapore ma anche per poter proseguire il viaggio verso gli altri Paesi dell'area geografica).

Quanto al visto, non è necessario per turismo o affari purché la permanenza non superi i 90 giorni. Se si viaggia con animali domestici al seguito, invece, è necessario fare richiesta di uno specifico permesso d'importazione o di un'altra autorizzazione emessa dall’Agri-food and Veterinary Authority of Singapore.

Rispetto alle formalità doganali, si fa presente che sussiste un rigido divieto di importazione per alcolici (sono ammessi fino a 1 litro di vino, birra o superalcoolici) e sigarette (ammesso esclusivamente un pacchetto da 20 a persona); accendisigari a forma di revolver o pistola; droghe controllate e sostanze psicotropiche; specie di fauna selvatica in pericolo; fuochi d’artificio; articoli e pubblicazioni osceni.

 

 

Singapore - Situazione sanitaria e assicurazione viaggio

Il Paese offre strutture ospedaliere adeguate agli standard occidentali, sebbene i costi delle prestazioni medico-ospedaliere siano molto elevati.

Per questo, la Farnesina consiglia di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

 

Parti con Amerigo alla scoperta di Singapore!
Calcola il tuo preventivo per l'assicurazione viaggio


Quanto alle malattie presenti sul territorio, si sono registrati nel corso dello scorso anno casi di malaria e di febbre dengue. Le Autorità locali hanno posto in essere adeguate misure per contenere i fenomeni, ma si consiglia di adottare con il massimo scrupolo le misure preventive, soprattutto ove ci si rechi nei parchi e nelle riserve naturali, più umide e con una maggiore presenza di zanzare, quasi completamente assenti invece nel centro città.

Rispetto ai vaccini, previo parere medico può essere valutata l’opportunità della vaccinazione contro l'epatite A e B. È invece sempre obbligatorio il vaccino contro la febbre gialla per tutti i viaggiatori superiori all’anno d’età che, nei 6 giorni precedenti all’ingresso in Singapore, abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell’ aeroporto di un Paese in cui la febbre gialla é a rischio trasmissione. 

 

 

Singapore - I consigli della Farnesina

Il Paese ha un tasso di criminalità molto basso e la situazione di sicurezza su tutta l'isola si considera buona. Ma è comunque sempre bene osservare le comuni precauzioni come evitare di lasciare bagagli, borse o oggetti incustoditi, specialmente nei luoghi molto affollati.

Quanto alle segnalazioni meteo, la Farnesina ricorda che durante la stagione delle piogge (settembre – marzo), ma anche in altri periodi dell’anno, possono verificarsi temporali violenti, solitamente di breve durata, che possono causare incidenti. Nel caso ci si trovi all’esterno, occorre evitare di sostare sotto ad alberi o nei pressi di piscine, in quanto Singapore è particolarmente esposta al rischio di caduta di fulmini a terra.

Da luglio ad ottobre poi Singapore, il cui livello di inquinamento è durante il resto dell’anno in linea con gli standard europei, può essere affetta da un’intensa cappa di smog (c.d. “haze”) dovuta agli incendi annuali di foreste in Indonesia. Il fenomeno, che ha conosciuto una intensificazione negli ultimi anni, può creare problemi alla salute particolarmente di bambini e anziani e portare alla chiusura di edifici pubblici.

Rispetto alle norme locali, la Farnesina raccomanda di osservare scrupolosamente le regole di comportamento indicate dai cartelli segnaletici (come quello del “proibito fumare negli ambienti chiusi” ecc.), di non gettare rifiuti per la strada e di non imbrattare muri con graffiti. L’imbrattamento di superfici o pareti pubbliche attraverso graffiti può essere punito con la fustigazione.

Si ricorda poi il divieto di mangiare o bere sui mezzi di trasporto pubblici e di non fare assolutamente uso di chewing gum, eccezione fatta per le tipologie ad uso medico (per il cui acquisto è necessario produrre un documento identificativo personale).

Quanto alle normative locali rilevanti, la Farnesina ricorda che, in caso di uso e/o spaccio di sostanze stupefacenti, è prevista ed applicata la pena di morte per lo spaccio e il traffico di stupefacenti, anche in modiche quantità (il tentativo di importazione degli stessi nel proprio bagaglio, anche per uso personale, potrebbe essere già considerato dalle autorità locali traffico internazionale).
Il possesso di droghe medicinali deve essere giustificato da una prescrizione medica ed è comunque sconsigliato. In caso di assoluta necessità di dover disporre di medicinali che rientrino nella categorie sottoposte a divieto (ad esempio psicofarmaci) e’ necessario ottenere una autorizzazione dalla locale “Health Science Authority” ai seguenti contatti:

Email: hsa_info@hsa.gov.sg
Fax : (65) 64789068;
oppure
Per via postale a:
Audit and Licensing Division
Health Products Regulation Group
Health Sciences Authority
150 Cantonment Road, Cantonment Centre
Blk A, #01-02, Singapore 089762"