Lo Sri Lanka è natura, arte e spiritualità: una sconfinata landa verdeggiante di parchi, montagne, pianure, estese piantagioni di e reperti storici di incommenusurabile valore. Un viaggio in Sri Lanka offre itinerari carichi di significato storico e di paesaggi incantevoli, rilassanti e incontaminati. Basti pensare, ad esempio, alle rovine di Anuradhapura (la sua antichissimacapitale), vastissima area in cui sono raggruppati tutti i principali siti storici del luogo e in cui si erige lo Sri Maha Bodhi, l'albero più antico e sacro del paese. Senza contare le spettacolari spiagge che ogni anno attirano milioni di turisti da ogni dove. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio cosa fare e vedere assolutamente nello Sri Lanka.

 

CAPITALE: COLOMBO
CONTINENTE: ASIA
VALUTA: RUPIA SINGALESE

 

dddddd

fun1.png

La guida in Sri Lanka è qualcosa di davvero sorprendente. La velocità  non è mai elevatissima ma è un susseguirsi di sorpassi e contro sorpassi spericolati anche in curva: non importa quante corsie abbia una strada, loro ne aggiungono almeno un paio immaginarie dove si infilano bici, tuk tuk, autobus, motorini... anche se magari si devono fermare 10 metri più avanti. Il tutto costellato dal suono perenne del clacson e da una quantità infinita di cani randagi che vive in mezzo alle strade.

dddd

 

Il miglior periodo per partire per lo Sri Lanka è la stagione secca, che va da dicembre a marzo sulle coste occidentali e meridionali e sulle montagne e da maggio a settembre sulla costa orientale. Il resto dell'anno c'è il monsone, che rende il viaggio meno piacevole.


 


In cima alla rocca del leone

Imperdibile nei pressi di Anuradhapura, Sigiriya, ovvero la “rocca del leone”, un'enorme roccia di granito alta circa duecento metri diventata patrimonio dell'umanità Unesco. Salire in cima richiede una scaripanta non da poco ma la vista che si apre una volta raggiunta la "vetta" è qualcosa di dare impagabile.


 

 

Da Kandy ad Ella fino alle rovine di Polonnaruwa

Imperdibile è anche il tour a bordo del meraviglioso treno che conduce da Kandy ad Ella. Un tragitto che offre uno dei panorami più inimmaginabili al mondo tra piantagioni di tè, cascate da sogno e fiumi maestosi.  Doverosa la fermata alle rovine di Polonnaruwa, cuore del regno singalese dal 1077 a.C. e sede del Dente del Buddha, adeguatamente custodito nello spettacolare Vatadage.


 

 

La sacralità di Adam's Peak

Infine – ma non in ultimo, ovviamente – obbligatorio è anche un passaggio presso Adam's Peak, una montagna alta ben 2243 metri nonché sede di millenari misteri che attraggono da sempre milioni di visitatori da tutto il mondo. Per i Buddisti, Adam's Peak rappresenta un'impronta di Buddha in visita nello Sri Lanka, mentre gli induisti la associano, i musulmani ad Adamo e i cristiani a San Tommaso. Scalare la vetta di questa montagna vuol dire percorrere la bellezza di 7 chilometri e 5500 scalini attraversando una svariata densità di stupende foreste ricche di cascate e fiori tropicali.

 

 

Che ne dici di un bel boccone di Kottu Roti? Assaggia con Amerigo il piatto tradizionale per eccellenza dello Sri Lanka a base di pane tipico indiano, funghi, uova e verdure.

Ingredienti

| Godamba Roti (pane tipico indiano)                           | Porri
| Carote                                                                              | Uova
| Cavoli                                                                               | Zenzero
| Funghi                                                                              | Aglio
| Peperoncino                                                                    | Peperoni verdi
| Curry, sale e pepe                                                           | Olio o burro

Preparazione

Scaldare l'olio in una padella e far soffriggere zenzero e aglio. Aggiungere le spezie, friggere per pochi minuti e aggiungere le verdure tritate. Rimuovere il tutto e aggiungere in padella uova sbattute e peperoni verdi. Aggiungere sale e pepe. Servire caldo con Godamba Roti.


 

DDDD

dddddd

 

  • adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara, quali ad esempio: indossare abiti che coprono il più possibile il corpo, in particolare braccia e gambe; usare prodotti repellenti contro le punture di insetti; alloggiare in locali dotati di zanzariere;

  • in caso di stati febbrili non assumere aspirina o prodotti derivati senza aver prima consultato un medico, in quanto controindicati in caso di dengue;

  • vaccinazioni contro epatite (A e B), colera e tetano;

  • portare con sé una scorta di medicinali contro le patologie più comuni (stato febbrile, mal di testa, problemi intestinali);

  • consumare acqua e bevande solo in bottiglia o lattina, senza aggiunta di  ghiaccio;
    usare creme solari protettive;

  • in caso si venga morsi da animali randagi, che circolano numerosi nel centri urbani, si raccomanda la profilassi antirabbica.

Vaccinazioni obbligatorie: Obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori superiori ad un anno di età, se si proviene da un Paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione.



RICHIEDI PREVENTIVO