Sri Lanka: un viaggio dove il tempo si ferma

 

Che ne dici di sorseggiare un po' di ottimo , rilassarti su spiagge paradisiache e immergerti nelle acque più belle del mondo? Non basta? Allora mettiamoci dentro anche un passaggio nel cuore della natura più selvaggia e incontaminata. Ebbene sì, tutto questo è possibile se scegli di trascorrere le tue meritate vacanze in Sri Lanka.
Terra di città remote e atmosfera coloniale, in Sri Lanka il tempo sembra davvero fermarsi tra splendori naturali e antichi templi e fortezze che emergono dal verde intenso delle sue rigogliose foreste. Non è difficile capire, dunque, come lo Sri Lanka riesca ad essere una terra piena di meraviglie assolute. Basti pensare, ad esempio, alle rovine di Anuradhapura (la sua antichissima capitale), vastissima area in cui sono raggruppati tutti i principali siti storici del luogo e in cui si erige lo Sri Maha Bodhi, l'albero più antico e sacro del paese

 

 

In cima alla rocca del leone

 

Proprio ad Anuradhapura, poi, sprigiona un grande fascino anche Sigiriya, ovvero la “rocca del leone”, patrimonio dell'umanità Unesco che si innalza su un'enorme roccia di granito alta circa duecento metri. Salire fin quassù può voler dire provare un sensazione talmente forte da restare a bocca aperta al cospetto del maestoso paesaggi che si apre davanti agli occhi. Un considerevole impatto spirituale, però, viene emanato anche e soprattutto dai templi situati all'interno delle grotte di Dambulla risalenti al I secolo a.C. .

 

 

Da Kandy ad Ella fino alle rovine di Polonnaruwa

 

Proseguendo lungo il proprio itinerario nel cuore dello Sri Lanka – magari a bordo del meraviglioso treno che conduce da Kandy ad Ella, tragitto che offre uno dei panorami più inimmaginabili al mondo tra piantagioni di tè, cascate da sogno e fiumi maestosi – è doveroso un passaggio presso le rovine di Polonnaruwa, cuore del regno singalese dal 1077 a.C. e sede del Dente del Buddha, adeguatamente custodito nello spettacolare Vatadage. Passando di qui alle prime ore del mattino, poi, si può ammirare tutto il suggestivo splendore della luce rosata che accarezza l'intensa concentrazione di strutture religiose.


 

 

La sacralità di Adam's Peak

 

Infine – ma non in ultimo, ovviamente – obbligatorio è anche un passaggio presso Adam's Peak, una montagna alta ben 2243 metri nonché sede di millenari misteri che attraggono da sempre milioni di visitatori da tutto il mondo. Per i Buddisti, Adam's Peak rappresenta un'impronta di Buddha in visita nello Sri Lanka, mentre gli induisti la associano, i musulmani ad Adamo e i cristiani a San Tommaso. Scalare la vetta di questa montagna vuol dire percorrere la bellezza di 7 chilometri e 5500 scalini attraversando una svariata densità di stupende foreste ricche di cascate e fiori tropicali.


 

 

La Farnesina consiglia di:

 

  • adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara, quali ad esempio: indossare abiti che coprono il più possibile il corpo, in particolare braccia e gambe; usare prodotti repellenti contro le punture di insetti; alloggiare in locali dotati di zanzariere;
  • in caso di stati febbrili non assumere aspirina o prodotti derivati senza aver prima consultato un medico, in quanto controindicati in caso di dengue;
  • vaccinazioni contro epatite (A e B), colera e tetano;
  • portare con sé una scorta di medicinali contro le patologie più comuni (stato febbrile, mal di testa, problemi intestinali);
  • consumare acqua e bevande solo in bottiglia o lattina, senza aggiunta di  ghiaccio;
  • usare creme solari protettive.

In caso si venga morsi da animali randagi, che circolano numerosi nel centri urbani, si raccomanda la profilassi antirabbica.
Vaccinazioni obbligatorie: Obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori superiori ad un anno di età, se si proviene da un Paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione.