In viaggio verso le Filippine. Dove andare e cosa fare

In molti non ci fanno mai caso ma le Filippine sono tra i più bei posti al mondo in cui godersi un viaggio ricco di meraviglie. Ma dove andare e cosa fare per garantirsi una vacanza indimenticabile? Considerando le tante possibilità che la conformazione territoriale delle Filippine offre agli appassionati di escursioni naturali ma anche a chi preferisce semplicemente godersi il massimo del relax, c'è davvero solo l'imbarazzo della scelta.

Per chi ama le immersioni, ad esempio, il luogo ideale dove scegliere di andare per esperienze di diving memorabili può essere Puerto Galera, uno dei porti naturali più belli al mondo. Ma anche Anilao non è da meno, specialmente per i subacquei amanti della fotografia, per via di una vita sottomarina estremamente ricca. Hai mai visto un coniglio di mare? Beh, in quei fondali sarà possibile, come anche incontrare pesci fantasma, polpi dagli anelli blu e pesci mandarino.

Ma le Filippine riservano stupefacenti meraviglie anche tra le vie delle città. La capitale Manila, ad esempio, sprigiona ancora tutto il suo fascino coloniale attraverso architetture storiche di una bellezza insormontabile (il Fort Santiago, la Cattedrale, la chiesa di San Agustin).

A Baguio, poi, nel mese di febbraio si può ammirare il "Panagbenga Flower Festival", una vera e propria festa della fioritura celebrata a suon di carri e sfilate interminabili.

Ma anche partendo da Bohol è possibile imbattersi in una meraviglia della natura come le Chocolate Hills (le colline "di cioccolato"), paesaggio collinare a dir poco singolare per via della sua conformazione e colorazione.

Per non parlare, infine, dell'isola di Cebu, una delle principali mete turistiche dalle mille attrazioni tra sabbia incontaminata, cascate mozzafiato e sentieri naturali tra i più affascinanti del pianeta.

Ma anche Bantayan può essere la scelta ideale per chiunque voglia allontanarsi dal turismo di massa per godersi tutta la meraviglia delle sue spiagge.

 

 

Il periodo migliore per un viaggio alle Filippine

Il momento migliore per godersi un viaggio indimenticabile alle Filippine coincide col periodo che va da dicembre ad aprile, con particolare riferimento ai mesi di febbraio e marzo.

Si tratta, in sostanza, dei mesi che garantiscono minore rischio di piogge e tifoni che possono essere anche molto pericolosi per via della loro consistente intensità. Questo perché proprio il periodo tra dicembre e aprile corrisponde alla stagione secca, contrapposta a quella umida che va da maggio fino a novembre.

Per scegliere dove andare, nello specifico, è sempre utile considerare che il clima delle Filippine è molto variabile a seconda delle zone. Generalmente si tratta di un clima tropicale, ma il versante orientale presenta, in particolare, temperature equatoriali con piogge più frequenti anche nel corso della stagione secca.

Nella zona nord-orientale, invece, si corre il rischio di monsoni provenienti da nord-est e persistenti per tutto l'anno.

 

 

Cosa serve per entrare nelle Filippine

Per l'ingresso nelle Filippine è necessario esibire un passaporto elettronico con validità residua pari ad almeno sei mesi. Non solo: per entrare nel paese bisogna anche mostrare il biglietto aereo di ritorno o un titolo di viaggio con destinazione diversa da quella di provenienza.

Il visto d'ingresso è gratuito e lo si può ottenere una volta atterrati, a patto di non permanere in loco per più di trenta giorni. Nel caso in cui il soggiorno dovesse essere prolungato oltre questo limite, scatterebbe l'obbligo di estensione del visto dal costo di circa 60 dollari USA.

Questa pratica va richiesta al "Bureau of Immigration" sito a Manila in Magallanes Drive, Intramuros (tel: 0063 2 527 3248).

È possibile importare farmaci ma solo in quantità sufficiente in relazione alla durata del viaggio.

Ed è necessario, per coloro che assumono medicinali su ricetta medica, portare con sé un apposito certificato redatto in lingua inglese dal proprio medico curante.

 

 

Assicurazione sanitaria per un tranquillo viaggio alle Filippine

Le strutture sanitarie delle Filippine sono generalmente inadeguate anche nei grandi centri cittadini, mentre in periferia risultano decisamente scarse. Risultano di livello superiore, invece, le strutture private ma i costi, qui, possono essere anche molto alti e può capitare che il personale sanitario chieda di fornire certificazione di una garantita disponibilità finanziaria, da parte del viaggiatore, per sostenere le spese del ricovero.

Per questo è molto importante partire solo dopo aver stipulato un'adeguata assicurazione di viaggio che includa, tra le garanzie, anche la copertura delle spese mediche e l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o trasferimento in altro Paese.

 

 

Altri consigli utili per il tuo viaggio alle Filippine

La Farnesina, inoltre, consiglia di:

- non procedere con viaggi "fai da te" o in piccoli gruppi ma affidarsi ad agenzie di viaggio esperte dei luoghi che si intende visitare;

- prestare molta attenzione alla delinquenza comune e seguire scrupolosamente le direttive delle Autorità Locali;

- farsi accompagnare da guide esperte nelle escursioni sui vulcani;

- evitare di incappare in qualsiasi situazione anche solo lontanamente collegabile allo spaccio o al possesso di stupefacenti: le pene per tali reati sono severissime e possono variare tra multe (fino a 250.000 euro) ed ergastolo;

- prestare molta attenzione alle severissime pene nei confronti dell'abuso su minori: si può rischiare di essere accusati anche solo se visti in compagnia di bambini di età inferiore ai 12 anni con mancato assenso da parte dei genitori;

- in caso di problemi con le Autorità Locali, contattare subito l'Ambasciata italiana a Manila (https://ambmanila.esteri.it/ambasciata_manila/it/).