Viaggio sulle spiagge del Nicaragua

Il Nicaragua è senza dubbio uno dei luoghi più famosi per quanto riguarda le bellezze sconfinate che regala ai turisti provenienti da tutto il mondo. Anche se non particolarmente battuto rispetto ai paesi confinanti, il Nicaragua non fa mancare piatti forti come, ad esempio, i suoi panorami mozzafiato, i suoi paesaggi vulcanici e un patrimonio culturale costituito da tante culture diverse e affascinanti.

Ma tra i consigli principali per un viaggio indimenticabile in Nicaragua non può mancare quello rivolto al godersi nel migliore dei modi la vastità e lo splendore delle mille spiagge che offre per un assoluto relax tra infinite meraviglie naturali.

Se stai pensando ad un viaggio che abbia come finalità la ricerca di un posto dove natura e splendore paesaggistico siano protagonisti assoluti, il Nicaragua è il luogo perfetto per le tue vacanze. Affacciandosi sia sul Mar dei Caraibi che sull'Oceano Pacifico, infatti, il Nicaragua fa delle sue acque cristalline il suo imprescindibile tratto distintivo.

Una delle spiagge più belle al mondo, ad esempio, è quella della Riserva Naturale di La Flor. Ed è proprio qui che, tra luglio e febbraio, una miriade di tartarughe depone le uova offrendo uno spettacolo impareggiabile. Ma anche Playa El Coco non fa mancare immense distese di sabbia fine che si affacciano, da un lato, su acque azzurrissime e, dall'altro, su una vegetazione rigogliosa e incontaminata.

La spiaggia di Poneloya, poi, è una delle più note di tutto il Nicaragua per via dei suoi tramonti spettacolari, mentre San Juan del Sur Beach è un vero e proprio gioiello incastonato tra le scogliere.

E c'è spazio, ovviamente, anche per gli amanti degli sport acquatici (soprattutto per i surfisti) sulla Playa Las Penitas, spiaggia molto lunga e larga bagnata da un mare ricchissimo di onde altissime. Ma anche Popoyo Beach non fa mancare il vento giusto per godersi pienamente la propria tavola da surf.

 

 

Il periodo migliore per un viaggio in Nicaragua

Chiunque dispensi consigli di viaggio concorda sul fatto che il periodo migliore per godersi una vacanza indimenticabile in Nicaragua è quello che va da dicembre ad aprile.

Questo perché, anche se in tutto il territorio le temperature non oscillano particolarmente nel corso dell'anno, si tratta dei mesi più secchi in cui, nella zona del Pacifico, le precipitazioni scarseggiano e le temperature si mantengono sopportabili (tra 21 e 23°C le minime, fra 31 e 34°C le massime). Sul versante del Mar dei Caraibi, al contempo, in questo periodo il clima si mantiene tropicale con alto tasso di umidità ma fa registrare un minore rischio di uragani.

 

 

Cosa serve per entrare in Nicaragua?

Per entrare in Nicaragua è necessario esibire un passaporto con validità residua di almeno sei mesi, mentre non è necessario il visto d'ingresso per chi abbia intenzione di soggiornare per un periodo non superiore a 90 giorni.

Il Ministero degli Interni del Nicaragua suggerisce ai viaggiatori di compilare un modulo per segnalare il proprio ingresso nel paese. Questo modulo, redatto in lingua spagnola, è scaricabile qui e va inviato tramite posta elettronica agli indirizzi preyes@migob.gob.ni e solicitudes@migob.gob.ni. Occorre provvedere a questa operazione almeno una settimana prima dell'arrivo in Nicaragua, in modo da poter ottenere in tempo la rispettiva autorizzazione all'ingresso nel Paese.

Per ogni evenienza, è consigliabile portare con sé anche una copia stampata sia del modulo compilato che del messaggio di posta elettronica inviato, in modo da evitare problemi con le Autorità locali.

 

 

Assicurazione sanitaria per un tranquillo viaggio in Nicaragua

In Nicaragua le strutture sanitarie pubbliche sono piuttosto carenti, mentre quelle private fanno registrare maggiore efficienza. Soprattutto l'Hospital Metropolitano Vivian Pellas e l'Ospedale Militare godono di tecnologie avanguardistiche e di personale sanitario altamente qualificato.

Tuttavia, a causa degli elevati costi in sede privata, il consiglio è quello di stipulare una polizza assicurativa di viaggio che includa tra le garanzie anche la copertura delle spese mediche e il rimpatrio sanitario (o trasferimento in strutture di un Paese limitrofo).

Secondo le informazioni divulgate dalle autorità sanitarie del Nicaragua, negli ultimi due anni sono aumentati di molto i casi di malaria. Calano, invece, i ricoveri per polmonite ma si continuano a riscontrare casi di Zika Virus (malattia virale di cui è responsabile la zanzara "aedes aegypti", causa anche di epidemie di dengue e dengue emorragico nelle zone paludose più interne).

Consigli generali suggeriscono di non assumere aspirine e derivati in caso di febbre senza prima aver consultato un medico, curare bene la propria igiene personale, sterilizzare frutta e verdura, bere acqua solo da bottiglie chiuse e adottare precauzioni contro le punture di insetti.

 

 

Altri consigli per un viaggio in Nicaragua

Tra gli altri consigli importanti per un tranquillo viaggio in Nicaragua, c'è il suggerimento di evitare spostamenti a piedi ad ogni ora del giorno e della notte, specialmente nelle zone più isolate, così come l'utilizzo di mezzi pubblici.

Se si sceglie di fare uso di taxi, occorre prestare attenzione a preferire taxi ufficiali con l'autorizzazione ad esercitare ben esposta, meglio ancora se contattati dall'albergo in cui si risiede e ricordandosi di dire al conducente di non far salire altre persone nel corso del viaggio.

Sono frequenti, infatti, i furti a danno di turisti e casi di aggressione anche nelle zone considerate più sicure. Solitamente accade che il turista venga avvicinato da una o più persone dall'aria insospettabile per poi diventare oggetto di sequestro finalizzato ad estorsione.

E attenzione anche alle uscite nei locali notturni: sono frequenti i casi di persone narcotizzate attraverso l'uso di sostanze somministrate di nascosto in bevande con finalità di furto e rapina.

 

Preventivo gratuito


Qual è la tua destinazione?

Quando parti e quando torni?

Quanti sono i viaggiatori?